Youmark

OOH: l’innovazione tecnologica – By Havas Media

Alcune funzionalità sono ridotte dalle tue preferenze!

Questo accade perché la funzionalità “Google Youtube” usa dei cookie che hai scelto di disabilitare. Per vedere il sito completo abilita i cookies: Modifica le tue preferenze.

Tutto quello che c’è da sapere sull’OOH. Puntata 3: l’innovazione tecnologica. By Havas Media

Al microfono di youmark Simona Terragni, Head of AdCity HAVAS MEDIA GROUP. Come abbiamo visto, grazie all’uso intelligente delle tecnologie, oggi, è possibile non solo parlare ai consumatori ma anche ascoltarli. E sapere ascoltare consente di sviluppare una comunicazione di valore.

La tecnologia ha generato un cambiamento nei comportamenti che non può lasciare indifferente il mondo del OOH e gli investitori. Bisogna quindi investire in dati e tecnologie.

Oggi vogliamo portarvi un esempio di una piattaforma tecnologica in ambito OOH. Uno strumento di pianificazione basato su dati esclusivi, con cui si possono elaborare soluzioni per connettere brand e consumatori in movimento.

Tre sono i cambiamenti principali nell’approccio all’OOH resi possibili dall’implementazione di questa piattaforma.

Si è passati, prima di tutto, come anticipavamo nell’ultima pillola, dal concetto di Media Planning a quello di Audience Planning: questo grazie ad item di segmentazione con il quale si costruisce il target più appropriato e una volta definita l’area di interesse, si identificano le zone con maggiore concentrazione del target, andando ad evidenziare gli impianti OOH presenti e selezionando quelli più performanti.

Gli impianti OOH vanno intesi non solo come formato, ma vanno valutati anche in base al contesto intorno al quale le audience sono più presenti, attente e reattive. Grazie all’analisi dei dati residenziali e dati di mobilità, all’interno dell’inventory OOH,si selezionano le posizioni che intercettano i flussi di audience a target, sulla base dei contatti lordi (volumi di traffico) e affinità (% audience in target).

Infine, si i è passati da una misurazione statica a una misurazione dinamica, che permette di elaborare report 2approfonditi e interattivi sui risultati della campagna, inclusa la possibilità di valutare l’efficacia di operazioni di drive-to-store misurando quante persone esposte alla campagna si sono recate nel punto vendita.

Con l’approccio in audience planning, l’OOH diventa un canale complementare per incrementare la reach e con una maggior precisione di targeting e innovazione si creano strategie integrate tra i diversi mezzi, in primis con il mobile: il mOOHbile.

La sfida per il mercato è continuare ad alimentare l’OOH con i dati di mobilità sempre più profilati e integrati. Il dato è qualificante e attraverso il numero, le decisioni divengono oggettive e sostenibili. Non dimentichiamo però che senza validi professionisti la tecnologia non ha valore.

L’innovazione tecnologica è oggi possibile anche grazie agli investimenti che hanno fatto e stanno facendo le concessionarie su questo mezzo, valorizzando gli impianti anche da un punto di vista più qualitativo. Ma dell’evoluzione degli impianti ne parleremo nella prossima pillola.

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza possibile sul nostro sito. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Proseguendo con la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie policy