Market & Research

Search in Italy 2014, l’82% degli utenti usa i motori di ricerca da smartphone almeno una volta a settimana

L’82% degli italiani usa i motori di ricerca dal proprio smartphone almeno una volta a settimana. E’ questo il dato al centro della nuova white paper Search in Italy 2014 – gli italiani e i motori di ricerca’, realizzata da Marco Loguercio, Ceo di Find, in collaborazione con Duepuntozero Research.

Lo studio, arrivato alla sua decima edizione e disponibile da oggi gratuitamente sul sito di Find, monitora l’evoluzione del rapporto che gli italiani hanno con i motori di ricerca, concentrandosi in particolare su quanto Google&coincidano sui processi di decisione e di acquisto dei consumatori online, fornendo spunti e considerazioni utili a quanti utilizzano il web e i search engine con obiettivi di business.

Dall’analisi emerge che il vero protagonista del panorama search italiano del 2014 è stato lo smartphone. Secondo la ricerca, infatti, le connessioni quotidiane da device mobili hanno superato quelle da pc fisso (77% contro 60%, in proporzione alla diffusione dei device). Il 46% di chi usa uno smartphone effettua almeno una ricerca al giorno in una search property, contro il 43% da computer e il 37% da tablet. In totale, oltre 8 italiani su 10 effettuano una ricerca tramite Google col proprio cellulare almeno una volta a settimana.

Il 70% degli utenti usalo smartphone per cercare informazioni quando è a casa, complici la velocità e la leggerezza del dispositivo (anche se ovviamente restano alte le percentuali di chi ne fa uso in ogni momento utile, ad esempio per strada o in attesa di un mezzo di trasporto).

Per due italiani su tre (67% del campione) la ricerca di informazioni sui motori di ricerca è utile all’acquisto di un prodotto. Dallo studio emerge infatti che soprattutto la pubblicità (77%) o il passaparola (47%) spingono i consumatori ad effettuare una ricerca online, ma sono le informazioni reperite tramite i motori di ricerca a orientare i consumatori nella scelta all’acquisto, soprattutto grazie alla maggiore disponibilità di valutazione e confronto offerte.

Abbigliamento (32%), libri (32%), viaggi (31%) e prodotti legati alla telefonia (29%) sono le categorie di prodotto acquistate più di frequente online dopo aver reperito informazioni sui motori.

Per le donne – peraltro più risolute degli uomini nel passaggio dalla ricerca all’acquisto – l’interesse verte soprattutto su abbigliamento, libri e prodotti per la cura della persona. Mentre gli uomini usano i motori per saperne di più prima di comprare prodotti di elettronica e telefonia, articoli per hobby e fai da te, assicurazioni per auto, casa e salute. 

Dalla ricerca emerge anche che i consumatori italiani comprano online generalmente se trovano uno sconto almeno pari o superiore al 20-25% rispetto al prezzo in negozio, altrimenti preferiscono comunque recarsi nel punto vendita