Updating

Flying Tiger Copenhagen al fianco di Play Hospital, perché il gioco in ospedale ‘vale’ di più

L’iniziativa ‘Play Hospital’ prende vita dalla storia di Olga Sbutega, la mamma di una piccola paziente che, consapevole delle potenzialità e del valore delle attività ludiche per i bambini, decide di contattare Riccardo Paciaroni, Presidente dell’Associazione LeuceVia, organizzazione umanitaria non lucrativa di utilità sociale, nata nel 2016, con l’obiettivo di ottimizzare i dipartimenti di ematologia e oncologia sul territorio nazionale e favorire le donazioni di sangue, piastrine e midollo osseo.

Viene avviata una raccolta fondi sui social, con l’obiettivo di strutturare un progetto per la distribuzione di materiale ludico e didattico, inizialmente a favore del DH del Dipartimento di Onco-Ematologia dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù (OPBG), ma con l’intenzione di espanderlo in altri reparti ed ospedali pediatrici.

A completare l’opera di sensibilità e a fornire il suo contributo in tema di giocattoli, è intervenuta la catena internazionale di negozi Flying Tiger Copenhagen che, colto il nobile fine dell’iniziativa, ha messo a disposizione i suoi prodotti a sostegno del progetto.

Oggi ‘Play Hospital’ è caratterizzato da un flusso continuo di invio di giocattoli, quadernini, puzzle, pennarelli, pennelli, borse in tela da colorare, cerotti in lattice a tema, barattolini di pongo e tanto altro. La mission, con il contributo dell’equipe medica dell’OPBG, è quella di incoraggiare e diffondere l’importanza dell’attività ludica nell’ambiente ospedaliero, finalizzata a favorire l’adattamento psicologico dei bambini alla malattia e a ridurre l’impatto traumatico dell’ospedalizzazione.