Youmark

OOH: lo scenario – By Havas Media

Alcune funzionalità sono ridotte dalle tue preferenze!

Questo accade perché la funzionalità “Google Youtube” usa dei cookie che hai scelto di disabilitare. Per vedere il sito completo abilita i cookies: Modifica le tue preferenze.

Tutto quello che c’è da sapere sull’OOH. Puntata 1: lo scenario. By Havas Media

Al microfono di youmark Simona Terragni, Head of AdCity HAVAS MEDIA GROUP. Oggi parliamo di alcuni degli aspetti fondamentali che caratterizzano il mezzo out of home e dei dati principali del mercato italiano.

L’out of home è il mezzo di comunicazione con una impronta locale e geografica unica: in Italia ci sono 7.094 comuni ma il 30% della popolazione risiede nei capoluoghi di regione o provincia. Nel nostro paese abbiamo 84 aree urbane funzionali che sono, secondo la definizione ISTAT, aree connotate da forti flussi di pendolarismo verso un centro urbano di riferimento dove risiedono poco meno di 34 milioni di individui su cui l’OOH esercita un potenziale di copertura paragonabile a quello dei principali mezzi broadcast.

Investimenti sul mezzo: 5% di cui 10% sugli impianti digitali. La digitalizzazione dell’OOH ha permesso quindi di mantenere stabili gli investimenti negli ultimi 5 anni sull’OOH.

L’Italia è in linea con gli altri principali mercati europei nonostante ci sia una legislazione restrittiva. In Italia, come in Francia, non è possibile ad esempio installare gli impianti nei centri storici, ma mentre in Francia i vialoni che portano ad esempio agli aeroporti sono tappezzati da impianti d’affissione, in Italia no.

Come possiamo superare queste restrizioni? Come sfruttare a pieno il potenziale dell’OOH. Con le innovazioni tecnologiche, con la misurazione, con l’integrazione con gli altri mezzi?

…Alla prossima puntata

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza possibile sul nostro sito. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Proseguendo con la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie policy