Creativity & Beyond

Niente profuma di buono quanto un neonato. Ecco perché da Uncommon ed Ecover nasce L’eau de Bébé

Un recente sondaggio, condotto da Ecover e Red Consultancy, ha rivelato che oltre a tre quarti dei genitori nel Regno Unito credono che il loro bambino abbia l’odore migliore del mondo. Ha anche dimostrato che oltre la metà di quei genitori voleva imbottigliarne il profumo e che sei su dieci hanno chiesto a qualcun altro di annusare il loro bambino.

Una ricerca ha infatti rivelato che ‘annusare’ un bambino ricompensa psicologicamente e dona appagamento quanto lo fanno le droghe in quanto attiva gli stessi centri neuronali attivati dalle stesse. Solo che i bambini sono molto più legali di quest’ultime.

Purtroppo ci siamo abituati a ricoprire i nostri bambini di profumi sintetici e sostanze chimiche, motivo per cui Uncommon ed Ecover vogliono celebrarne il profumo puro e non-adulterato e chiedere: perché coprirlo con prodotti nocivi contenenti fragranze chimiche e allergeni?

Nasce così L’eau de Bébé, una fragranza neutrale ipoallergenica e sostenibile che profuma di neonato e nient’altro, incoraggiando, con uno spot dedicato girato dal duo di registi norvegese Matias and Mathias, i consumatori consapevoli di oggi a ripensare le loro abitudini di pulizia, che non riguardano solo la pulizia delle case, bensì la pulizia del mondo.

Il profumo è stato creato con una delle più grandi case di fragranze del mondo, Givaudan, mentre la progettazione e la produzione della bottiglia sono state gestite presso la sede di Uncommon.

Il film è online e diffuso attraverso social mirati dal 30 aprile. La campagna viene supportata dall’agenzia di pubbliche relazioni di Ecover Red Consultancy e da un concorso sociale, guidato da Media Bounty, con campioni (del 100% riciclabili) di L’eau de Bébé da vincere.