Media & Research

Le novità dell’A/I di Rai all’insegna del pluralismo e innovazione. Confermati volti noti come Venier e Vespa. Ma tante anche le novità a iniziare da Fiorello. Rai Pubblicità premiata dalla strategia Total Video

Oltre 70 nuove produzioni tra tv, radio e web e oltre 60 nuove conduzioni e talent. La Rai presenta i palinsesti d’autunno 2019 e le anticipazioni per l’inverno 2020 nell’ottica della valorizzazione del servizio pubblico attraverso pluralismo, innovazione e volontà di proseguire sulla strada del cambiamento.

49 le nuove produzioni sulle reti generaliste, 18 nuove conduzioni tra Rai1, Rai2 e Rai3, 21 titoli nuovi per la radio e 37 nuove voci; la tendenza si conferma sui canali specializzati con 35 nuove produzioni e 5 nuovi volti.

Tra le novità, Mara Venier con La porta dei sogni, show che celebra le storie, dal 20 dicembre. Una vita da cantare con Enrico Ruggeri dal 16 novembre, racconto dei grandi cantautori, e Venti anni che siamo italiani con Vanessa Incontrada e Gigi D’Alessio dal 29 novembre. Sono le novità annunciate da Teresa De Santis, direttrice di Rai1, alla presentazione dei palinsesti Rai.

Nella seconda serata, oltre a Porta a Porta con Bruno Vespa e Frontiere con Franco Di Mare, arrivano Pierluigi Diaco con Io e te di notte e Maurizio Costanzo, in onda dal 16 dicembre con Gran Varietà.

Confermata Domenica In con Mara Venier, seguita da Francesca Fialdini con A ruota libera.

Tornano in onda in prima serata Tale e quale show con Carlo Conti dal 13 settembre e Ulisse con Alberto Angela dal 28 settembre.

“Fiorello torna in Rai con un progetto su Rai Play”, ha ufficializzato l’amministratore delegato Rai, Fabrizio Salini, in occasione della presentazione dei palinsesti a Milano. 

Con il mese di luglio, il consolidato dei primi sette mesi del 2019 di Rai Pubblicità entra in territorio positivo, in un anno particolarmente difficile per il mercato, è stato inoltre riferito in occasione dell’incontro stampa. Questo risultato premia la strategia Total Video della concessionaria di Servizio Pubblico, perché generato anche dalla crescita del Digital di quasi il 20%, delle Iniziative Speciali del +15% e del Cinema di oltre il 40%

palinsesti reti generaliste

palinsesti Ray Play e reti specializzate

palinsesti Fiction

palinsesti Radio Rai