Creativity & Beyond

KFC e i suoi panini vegani, fatti coi funghi. Una muffa da leccarsi i baffi

KFC lancia Imposter Burger, il suo primo panino vegano in uscita lunedì 17 giugno per quattro settimane di test nei ristornati di Londra, dopo questo periodo di prova lo prevede su larga scala per il prossimo anno.

L’ingrediente sostitutivo del pollo è il filetto di Quorn, composto alimentare poco conosciuto in Italia, ma super apprezzato in Gran Bretagna, nel resto del Nord Europa (Svezia, Finlandia, Danimarca) Australia, Canada e negli Stati Uniti.

Il Quorn, definibile anche come ‘seitan alternativo’, è un alimento formato da più ingredienti tra cui, il principale è il Fusarium Venenatum, fungo (o meglio una muffa) dalla consistenza dura e filamentosa, simile alle fibre muscolari e quindi un facile sostitutivo per le persone che cercano un surrogato della carne.

Con questa proposta KFC cerca di coinvolgere quelle persone che non hanno mai provato i suoi ristoranti, vegani e vegetariani ma anche tutte quelle che non mangiano carne per motivi di salute. Negli ultimi anni il brand ha infatti ampliato il proprio menù per tentare di adattarsi al cambiamento delle abitudini alimentari della popolazione, introducendo ad esempio opzioni più leggere e salutari come il twister di riso e insalata

Ma ha anche adottato un approccio a volte ironico nei confronti di queste nuove tendenze alimentari. Nel 2017, ad esempio, per ironizzare sul movimento ‘clean-eating’ e sponsorizzare, al contrario, il suo Dirty Lousiana (pollo, doppio formaggio, rösti, maionese con pepe nero e BBQ) ha lanciato il finto hamburger di cavolfiore, pollo lesso, yogurt alla mandorla e gelato, narrato dalla finta food-blogger Figgy Poppleton-Rice.