Market & Research

IX CENTR MarketingWorkshop. All’evento il Gruppo Dada, unico player italiano nel business dei domini, svela .praxi

Il Gruppo Dada partecipa quale unico player italiano alla IX edizione del CENTR Marketing Workshop e svela il caso Praxi,  che ha presentato ad ICANN, organismo internazionale che gestisce alcuni aspetti tecnici della rete nonché l’assegnazione dei cosiddetti generic Top Level Domain (gTLD), la domanda per ottenere l’estensione corrispondente al proprio brand tramite Register.it.

L’evento, un appuntamento che si svolge tre volte ogni anno, si tiene oggi e domani a Firenze ed è organizzato da Centr (Council of European National Top level domain Registries), associazione di registry dei domini nazionali di primo livello, e per quest’edizione è ospitato da EURid, registry ufficiale del dominio .eu.

L’intervento ‘Market evolution, new gTLDs, registrar cooperation, a Registrar’s perspective’ è tenuto da Gabriele Sposato, marketing & sales manager del Gruppo Dada, e Kelly Salter, domain product management & registry relations del Gruppo. Lo speech all’interno è l’occasione per condividere l’esperienza e le best practice dell’azienda nel settore dei domini e per annunciare il caso di Praxi, società di consulenza specializzata in ambito di organizzazione, informatica, valutazioni e perizie, risorse umane e proprietà intellettuali che ha chiesto di avere il .praxi.

In Italia sono state meno di venti le application per nuove estensioni a dominio avanzate da otto aziende. La richiesta del .praxi è realizzata grazie all’attività di consulenza svolta dal Gruppo Dada lungo l’intero processo di application del nuovo gTLD.

Praxi, che offre a enti pubblici e a privati supporto per processi di rinnovamento e sviluppo, ha deciso di richiedere l’estensione .praxi con l’obiettivo di rafforzare la brand reputation e aprirsi a nuove opportunità di business a livello globale facendo leva sulla forza del web anche per potenziare le iniziative a livello internazionale (Praxi Alliance). Coerentemente all’attenzione dedicata alla tutela della proprietà intellettuale, Praxi ha infatti reputato importante diventare proprietaria con la propria estensione di una piccola parte della rete per avviare un percorso di crescita che possa in futuro tradursi anche nella creazione di una praxi community e in altri progetti.

Secondo la visione di Dada presentata in occasione dell’appuntamento, i nuovi gTLD inaugureranno scenari d’innovazione attraverso applicazioni e modalità di comunicazione nuove e contribuiranno alla crescita del business. La differenziazione dei domini consentirà infatti di raggiungere obiettivi e target specifici e di ottimizzare l’indicizzazione a vantaggio di una navigazione web sempre più mirata ed efficace. Le estensioni di brand miglioreranno l’awareness, quelle geografiche creeranno esperienze geo-centriche per offrire valore aggiunto alla comunità locale e quelle di nicchia offriranno risposte ad esigenze puntuali. In questo scenario, compito dei registrar è di guidare in modo efficace la strategia delle aziende, valutando opportunità e rischi.