Updating

Influence Marketing: quali i vantaggi per i brand? Come sta cambiando e come cambierà la relazione tra influencer, marche e persone? E il Roi? Come si misura l’efficacia, quali i Kpi? Ne parlano al microfono di youmark Luca Della Dora e Andrea Lombardi, rispettivamente Marketing & Innovation Director e Media & Distribution Director, We Are Social

Intervistati ieri a Milano in occasione del secondo appuntamento (il primo indagò su Chatbot e Intelligenza Artificiale) con il format  ‘What The Futureall’argomento dedicato, attraverso tre punti di vista complementari: l’agenzia, i content creator  e il brand, ossia  la case Barilla; Vincenzo Piscopo, Head of Branded Content, Ciaopeople Media Group; Gianluca Fru, The Jackal  e Claudio Di Biagio, content creator.

L’incontro ha chiarito chi sono gli influencer e come possono integrarsi in attività di marketing più ampie. Tra i temi toccati l’importanza di sviluppare un rapporto di fiducia tra gli influencer e la propria community, creando messaggi che non interrompano le persone, ma offrano loro contenuti rilevanti e trasparenti, vicini a quello di cui solitamente fruiscono.

Senza dimenticare la misurazione, con due grandi categorie di Kpi. Platform insight, ossia dati che si accostano alla componente media, dalla reach alla frequenza all’engagement, e brand insight, misurati attraverso indicatori quali awareness, associazione del messaggio, considerazione e intention to buy.