Market & Research

Fratelli la Bufala porta a tavola i nuovi menu e apre a Shanghai

Partiti da Napoli nel 2003, i pizzaioli di Fratelli la Bufala sono arrivati oggi fino in Cina. In ottica di innovazione, la catena di ristorazione ha avviato da questa primavera le collaborazioni con lo chef partenopeo Fabio Bisanti, che si occuperà di realizzare alcune ricette per il nuovo menu, e per i dolci con il pasticciere-attore Germano Bellavia.

Oggi Fratelli la Bufala, marchio gestito dalla holding A Cento Spa fondata nel 2003 da Geppy Marotta prematuramente scomparso nel 2014, conta 64 ristoranti, di cui 52 in Italia e 12 all’estero, una trentina gestiti direttamente e il resto in franchising. Con un giro d’affari nel 2015 di 55 milioni di euro, la catena conta di proseguire nel percorso di crescita già avviato con recenti e imminenti aperture all’estero, dagli Emirati Arabi alla Cina.

Nei programmi futuri di sviluppo è previsto un ruolo significativo anche per le location nei centri commerciali, dove ogni anno Fratelli la Bufala genera un flusso di circa 1.500.000 clienti.