Creative & Communication

Al via la campagna a favore della professione di psicologo. La firma Lorenzo Marini Group, che ha vinto la consultazione

Ha preso il via oggi la campagna pubblicitaria, che si affianca ad analoghe iniziative adottate da alcuni Consigli territoriali, a favore della professione di psicologo. Voluta dal Consiglio nazionale si articolerà su una serie di uscite sui principali quotidiani nazionali: Corriere della Sera, la Repubblica, Il Sole 24 Ore. La campagna, in seguito a una consultazione nazionale, è stata realizzata da Lorenzo Marini Group. 

“In un momento di difficoltà per la nostra professione”, spiega nella nota Giuseppe Luigi Palma, presidente del Consiglio nazionale, “abbiamo fatto ogni sforzo per reperire le risorse necessarie per realizzare questa iniziativa. Unanime il Consiglio ha ritenuto doveroso mettere a disposizione dei colleghi uno strumento, come per l’appunto una campagna pubblicitaria, che potesse affiancare e supportare la quotidiana attività professionale”.

“Si tratta di una campagna istituzionale che vuole affermare un marchio”, aggiunge Lorenzo Marini. L’obiettivo è avvicinare la figura dello psicologo alla vita quotidiana delle persone e per farlo abbiamo scelto l’immagine simbolica della clessidra, che rimanda a concetti come quello del tempo che scorre e degli opposti. Il tutto rafforzato dal concetto che con l’aiuto di uno psicologo il difficile diventa facile”.

Nel testo del messaggio si è poi posto l’accento sulle diverse articolazioni della professione. Aggiunge Palma: “Gli psicologi lavorano per il benessere delle persone e delle organizzazioni. Per far sì che la scuola sia un luogo di crescita e maturazione, le aziende possano svilupparsi e i servizi siano più efficienti. Lavorano per rendere più efficaci le cure degli ospedali. Operano, quando messi in condizione di farlo, con i medici di base per offrire le migliori risposte ai bisogni dei pazienti. Concorrono ad orientare gli atteggiamenti ed i comportamenti delle persone e delle comunità verso il benessere”. E conclude: “Abbiamo anche chiamato le Istituzioni alle loro responsabilità. Nel nostro annuncio si leggerà, infatti, che ‘Gli psicologi credono che per tutto ciò servano anche Istituzioni coraggiose che prestino più attenzione ai cittadini e al bene comune’. Infine c’è un invito reciproco all’opinione pubblica, ‘Provateci. Proviamoci. Contribuiamo al vostro benessere'”.

Schermata 2013-11-26 alle 16.41.52