People

A proposito di Seo… In occasione dei corsi che Bruce Clay, fondatore di Bruce Clay Inc., ha tenuto lo scorso 20 e 21 febbraio a Milano, youmark intervista Ale Agostini, partner e direttore Europe

Partiamo dai macro trend. quali sono i più rilevanti?

“Il 2018 sarà l’anno del machine Learning applicato ai servizi digital, degli assistenti vocali, del Seo su Amazon. Su quest’ultimo, rileviamo che molti clienti ci hanno chiesto di ottimizzare il loro store su Amazon in base alle regole algoritmiche del merchant. Google Express aumenterà e competerà con Amazon sulla Serp legata all’acquisto ecommerce. L’enorme mole di dati che il marketing tratta necessita di data scientist e tecnologie di machine Learning su cui stiamo investendo dal 2017. Google, Microsoft, Apple e Amazon stanno investendo negli assistenti vocali che presto entreranno nelle nostre case e diventeranno compagni di conversazione. Ultima cosa, mi aspetto molti restyling di siti in WordPress, che attualmente gestisce il 29,3% di tutti i siti Web”.

Tra loro quali daranno sorprese, insomma, all’interno di segnali forti, ce ne sono di deboli che promettono di diventare rilevanti?

“Il futuro del Search marketing su Google è la ricerca vocale da mobile con una pagina di risultati con almeno 1 video nei top 4. Fino ad oggi Google ha poco monetizzato Youtube, ma mi aspetto che lo faccia nel breve termine, visto che la concorrenza su Amazon nella ricerca di shopping è sempre più forte e ciò potrebbe impattare nei conti aziendali. Comunque da Google e Amazon dobbiamo difenderci (vedi)”.

E il search marketing, com’è quello che guarda al futuro?

“Il search marketing parte sempre dall’Ascolto di come cerca il consumatore quindi guarda al   futuro in default. Oggi è fondamentale ascoltare le esigenze del cliente e solo il search marketing ci permette di capire cosa si domanda il cliente difronte a Google. Tra i nostri servizi abbiamo un prodotto chiamato “abitudini di ricerca del consumatore” che partendo da ciò che si digita su Google, sviluppa dei piani editoriali in linea con la ricerca. Incrociando con la crescente ricerca vocale. Le aziende dovrebbero testare le ricerche vocali e assicurarsi che le loro informazioni online siano sufficienti per offrire alle persone diversi modi per trovarle”.

Ma il Seo va d’accordo con la creatività? 

“Il Seo è fidanzato con la razionalità e quindi va poco d’accordo con la creatività. Infatti il successo in Serp di Google passa sempre dalla comprensione di come ragiona il software e l’algoritmo. Quindi razionalità al 90%, con il machine learning di Rank Brain che decide cosa si posiziona. Tuttavia resta un 10% di Seo copywriting dove chi conosce la semantica può abbinarla alla creatività. Ci sono clienti in cui siamo riusciti a coniugare creatività e razionalità, come ad esempio Visirun, che mettendo al centro il SEO ha aumentato brand awareness e conversioni”.

Chi è Ale Agostini
Partner e direttore di Bruce Clay Europe, società californiana che si occupa di Digital dal 1997, lavora a livello internazionale su progetti SEO, SEM, Social e Analytics di aziende 100% digital tra cui Rentalcars, Booking.com, Genertel, 6Sicuro, Gazzetta e Trovaprezzi.

Autore Hoepli dal 2009: suoi Fai carriera con Linkedin (uscito nell’ottobre 2016), SEO & Content (con Salvatore Russo), Trovare clienti con Google, La tua reputazione su Google e Social media, Social Google Marketing, è partner formativo della Business School del Sole 24 Ore, dove insegna marketing sui motori di ricerca presso i master professionali del Sole 24 Ore e IULM. 

Relatore in vari eventi e corsi formativi tra cui TEDx, Bewizard, Emetric, 7 pixel Academy, Smau, BIT, Smx, Retail Forum, IAB, Ecommerce world Kiev. Prima dell’attuale incarico, ha maturato esperienze significative nel marketing internazionale di Ferrero, Bolton e Campari (papà delle prime campagne del Gorilla – Crodino).