Updating

21a edizione del Premio Assorel. Sassoli de Bianchi, Presidente UPA, nel Comitato d’Onore del Premio alla Carriera

“Questa edizione del Premio ha l’obiettivo di fare chiarezza sul raggio d’azione delle imprese di relazioni pubbliche, promotrici di contaminazione e innovazione per la loro progettualità trasversale, che dall’idea creativa raggiunge tutti i touchpoint della comunicazione”, così dichiara nella nota Filomena Rosato, Presidente Assorel (nella foto).

La Giuria del 21° Premio Assorel è stata scelta per rispecchiare l’evoluzione del comparto e tra i 23 esponenti del mondo accademico, istituzionale, aziendale, associativo, comprende anche esperti di neuromarketing, di filosofia della complessità, arti visive applicate alla comunicazione. La nuova organizzazione del premio è in tre nuove sezioni – Eccellenza in PR, Tecniche di PR e Tecnologia, Best In, con l’inserimento di nuove categorie, come l’Economia Circolare – e tipologie di premi creati per esaltare il contributo delle pr nell’idea creativa, nell’uso delle tecnicality digitali, nel video content.

Nuovo capitolo anche per il Premio alla Carriera, per il quale è stato istituito il Comitato d’Onore composto da personalità dei settori economico, accademico, sociale e politico e che ha come suo primo membro il Presidente di UPA Lorenzo Sassoli de Bianchi.

“La 21a edizione del Premio Assorel rappresenta un nuovo valore a disposizione di tutti gli operatori della comunicazione contemporanea, invitata a partecipare. Fare cultura della comunicazione è fondamento ineludibile dell’evoluzione e il compito di Assorel, che affronta oggi temi di grande complessità, di interesse collettivo, come il contratto unico di lavoro,attraverso Confindustria Intellect, il riconoscimento della giusta remunerazione, la difficoltà del recruitment, la spinosa questione della regolamentazione e della trasparenza delle gare pubbliche e private, in merito alle quali è aperto il dialogo con UPA, Assocom, Unicom, i principali player internazionali, tra cui WPP, e le istituzioni, con l’iscrizione di Assorel al Registro della Trasparenza di Montecitorio. Nel solco di ogni possibile evoluzione, l’associazione è impegnata attivamente nel confronto più aperto con tutti i colleghi pr, dentro e fuori ogni organizzazione, affinché l’aggregazione del comparto pr diventi il primo passo per il riconoscimento di un segmento economico che ha interessanti margini di crescita”, conclude Rosato.