28
Feb

Locandina

Larry Smith Italia, azienda attiva nel retail real estate, e Acqua Group, società di comunicazione integrata guidata da Davide Arduini e Andrea Cimenti, celebrano la giornata mondiale delle donne al Centro Commerciale Torri Bianche di Vimercate (MB) con un calendario di iniziative che intendono sensibilizzare e invitare a combattere la violenza sulle donne.

L’evento, dal titolo What Women (don’t) Want, propone un calendario di attività, ideato e realizzato da Pro&Go, agenzia di eventi e marketing non convenzionale di Acqua Group, che include installazioni, corsi e incontri con esperti:

– Scarpe rosse (da sabato 4 a domenica 12 marzo)
L’installazione si ispira al progetto Zapatos Rojos dell’artista messicana Elina Chauvet, realizzato per la prima volta nel 2009 a Ciudad Juárez, la città messicana di frontiera dove è stato coniato il termine femminicidio perché lì, da decenni centinaia di donne vengono rapite, stuprate e assassinate grazie al fatto che su questi reati vige una totale impunità.

Verrà realizzato un tappeto simile ad una passerella di alta moda sul quale saranno posizionate dozzine di scarpe rosse, il simbolo della lotta alla violenza sulle donne, mentre un pannello informativo descriverà il progetto di Chauvet. Per rendere i visitatori pienamente partecipi dell’iniziativa, sarà data loro l’opportunità di portare un vecchio paio di scarpe e verniciarlo di rosso: una gestualità semplice, come quella di utilizzare una bomboletta spray, per avvicinarsi alla drammaticità del tema e dare il proprio contributo lasciando esposte in galleria le proprie scarpe verniciate di rosso.

– Il muro delle bambole (da sabato 4 a domenica 12 marzo)
La galleria delle Torri Bianche ospiterà un lungo muro di bambole per dire no al femminicidio e sensibilizzare sul tema della violenza sulle donne: i giocattoli che accompagnano l’infanzia delle bimbe diventano, infatti, il simbolo della lotta ai maltrattamenti e ai femminicidi. I visitatori potranno partecipare all’installazione portando una loro bambola ed appendendola al muro, accanto a quelle già esposte, in segno di solidarietà con le donne vittime di violenze. L’installazione trae spunto da un’operazione analoga realizzata nel 2015 in occasione della settimana della moda milanese per sensibilizzare sul tema.

– Donne spezzate (da sabato 4 a domenica 12 marzo)
Una schiera di manichini femminili, coperti solo da una minigonna, il simbolo per eccellenza della femminilità che, purtroppo, troppo spesso viene interpretato come disponibilità. Sul viso un cartello con l’identità della vittima, per dare una voce ad un volto che troppo spesso viene dimenticato.

– Difendiamoci (sabato e domenica 4 e 5 marzo)
Un weekend dedicato a corsi di autodifesa per insegnare alle visitatrici i rudimenti delle discipline di difesa, organizzati in un’area appositamente allestita in collaborazione con Urban Combat di Vimercate, struttura che si occupa di corsi di autodifesa dedicati alle donne, nei quali viene curato anche il lato psicologico della gestione del pericolo ed il consolidamento dell’autostima e della determinazione.

– Incontriamoci (sabato 11 marzo)
Incontro con Damiano Rizzi, Presidente della Fondazione Soleterre e fondatore, insieme a Fondazione Pangea, Amici dei Bambini, Altreconomia e L’Isola che non c’è, di Tiziana Vive onlus, associazione creata in ricordo di Tiziana, una mamma di 36 anni uccisa dal marito in ambito domestico. Tiziana Vive si occupa della violenza verso le donne e i loro bambini e ha lo scopo di realizzare progetti e attività volti a contrastare il fenomeno della violenza di genere e di qualsiasi altra natura essa sia. E con l’associazione di promozione sociale White Mathilda, che opera in favore delle donne maltrattate e vittime di stalker offrendo tutela e assistenza di tipo psicologico e legale. White Mathilda opera a livello nazionale tramite la rete del Ministero delle Pari Opportunità ed è iscritta all’Albo Regionale delle associazioni Politiche Femminili Regione Lombardia. L’incontro sarà moderato e accompagnato dalla presenza di Marina Presello, giornalista di Sky Italia.

Andrea Cimenti, Ceo di Acqua Group, nella nota ringrazia Larry Smith “per aver accolto la proposta di realizzare un progetto inusuale per il mondo retail che si inserisce in un percorso di responsabilità sociale d’impresa che Acqua Group ha intrapreso da molti anni attraverso la partnership con alcune organizzazioni non profit e che, dallo scorso anno, ci vede impegnati anche con l’Osservatorio semestrale sulla sostenibilità realizzato dal nostro istituto di ricerche EMG Acqua”.










Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza possibile sul nostro sito.
Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy.Proseguendo con la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie