23
Nov

Schermata 2016-11-22 alle 13.56.43

Da qui la decisione di analizzare il mercato dell’industria grafica. Un mercato in continua evoluzione e che ha vissuto nell’ultimo decennio cambiamenti significativi.

Con questa ricerca, AltaviaLab (nella foto Paolo Mamo, Presidente e Ad Altavia Italia, in occasione della presentazione che si è tenuta ieri a Milano presso la sede dell’agenzia) vuole dunque fornire una panoramica economica di riferimento del settore grafico e inquadrare l’andamento economico in uno scenario più ampio di progressivo mutamento di tutti i trend di produzione e di consumo.

Ma anche fare emergere le nuove visioni e i nuovi bisogni di domanda e offerta, misurando il gap di competenze e di visione strategica che divide stampatori e fruitori di stampa.

La ricerca, condotta tra aprile e luglio 2016, ha compreso una analisi desk (articoli, convegni, report e studi di settore), la collaborazione con specialisti e consulenti, nonché interviste, visite agli stabilimenti produttivi e focus group con esponenti di rilievo del settore.

Nell’allegato pdf i risultati emersi. Sottolineando come diversificazione, produzione e riorganizzazione siano diventati must necessari e imprescindibili affinché le industrie grafiche stiano al passo con i tempi, evolvendosi di pari passo con il più ampio contesto dell’editoria e comunicazione.  Un processo di trasformazione anche culturale, che richiede la capacità di aggregare nuove competenze, in grado di allineare lo storico know how alle più moderne tecnologie.

Ricordando che l’industria grafica in Italia è al terzo posto in Europa, con un fatturato che però cala di anno in anno, mentre la cartotecnica, che invece si colloca al secondo posto nel mercato europeo, segna incrementi con segno +.


Ricerca Industria grafica: evoluzione e prospettive  – Altavia Lab

Industria Grafica










Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza possibile sul nostro sito.
Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy.Proseguendo con la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie