06
Feb

EdouardJeremy

Due parole sulla vostra start up, praticamente l’Airbnb delle barche. Come è nata l’idea e come evolve nel tempo?

“Click & Boat è una piattaforma di noleggio barche tra privati. E’ stata fondata nel 2013 da due giovani imprenditori, Jeremy Bismuth ed io, da una semplice ed evidente constatazione: milioni di barche giacciono in stato di inattività all’interno dei porti europei e producono costi di mantenimento molto alti per i proprietari. L’idea aveva lo scopo di aiutare i proprietari a noleggiare la propria imbarcazione così da ammortizzare i costi di mantenimento e rendere l’utilizzo della stessa meno preoccupante dal punto di vista economico. Click & Boat ha avuto una crescita esponenziale, grazie all’aiuto prodotto da 3 rounddi investimenti da 200.000, 500.000 e 1.000.000 di Euro.

L’acquisizione, nel 2016,  del nostro principale competitor ‘Sailsharing’ è stata scelta decisiva e vantaggio consistente rispetto alla concorrenza.
Oggi, dopo esserci progressivamente espansi quasi in tutto il mondo, siamo in corsa per diventare leader mondiali del noleggio barche online. Prima della fine del 2018 avremmo, più di 30.000 barche registrate e localizzate in 25 diverse nazioni del globo.

Dopo quest’incredibile crescita abbiamo dovuto obbligatoriamente allineare il nostro business model a tutti i diversi quadri legislativi regolamentatori dei nuovi mercati nautici entranti. Ed è stata opportunità per aprire le porte della piattaforma alle società di noleggio professionistiche, così da incrementare il volume della nostra offerta e da catturare nuovi segmenti di domanda entrante, come ad esempio in Italia il noleggio ‘senza skipper’”.

I risultati vi danno ragione, tanto che aprite ai professionisti, volendo conquistare il mondo. Obiettivi e tempi?

“Al giorno d’oggi possiamo ritenerci molto soddisfatti perché stiamo vivendo una fase di crescita e di sviluppo internazionale. Tre anni fa eravamo solo in 5 persone, oggi siamo un team di 40 da tutto il mondo. Click & Boat non è solo un marketplace, è una community, dove tutti i membri iscritti possono condividere il loro sogno e il loro desiderio di navigare. Più di 150 000 persone presenti di 20 paesi differenti, con 60.000 noleggi e 40.000 recensioni rilasciate. Il nostro obiettivo principale è diventare entro il 2020 la piattaforma leader a livello mondiale nel noleggio barche online. La missione, divenire il punto di riferimento globale per chi desidera navigare”.

Che dire del mercato italiano?

“Un mercato affasciante, con grandissime potenzialità, grazie a posizione geografica, lunghissima e bellissima costa e tradizione nautica, ben nota in tutto il continente europeo. L’industria del noleggio nautico è sviluppata e il numero di persone che desiderano navigare e vivere una vacanza in barca sta crescendo molto velocemente. Quest’anno abbiamo fatto salpare oltre 100.000 diportisti italiani e possiamo contare su una flotta composta da 3.000 barche, solamente in Italia.

Il mercato italiano è molto attivo e può attrarre clienti potenziali provenienti da tutto il mondo, anche se abbiamo capito che le richieste sono più di tipo ‘Inbound’ che ‘outbound’, insomma gli italiani preferiscono stare all’interno del loro territorio piuttosto che muoversi all’estero.

Per quanto riguarda i trend di noleggio, abbiamo scoperto che gli italiani sono molto attratti da gommoni e barche a motore, ma particolarmente innamorati delle barche a vela, che ad oggi risulta essere il nostro core business oltre che il fattore di maggiore ricerca e richiesta. Se immaginiamo il mercato italiano come un grafico a torta, possiamo dividerlo nelle seguenti fette:

  • Barche a vela: 44,40%;
  • Barche a motore: 32,60%;
  • Catamarani: 13%;
  • Gommoni: 9,60%.

Non a caso, abbiamo deciso di allargare a otto il numero dei membri del nostro team in Italia, che per noi è potenzialmente forte quanto la Francia, attualmente nostro vero punto di forza. La differenza fondamentale è che la legislazione nautica francese è molto più aperta e liberalizzata rispetto a quella italiana che è più rigida e ancora sotto importanti e sostanziali cambiamenti regolamentatori”.

E la comunicazione? Come vi promuovete, avete nuove campagne in vista e chi sono le vostre agenzie partner? 

“Il marketing e la comunicazione giocano un ruolo molto importante nella nostra crescita internazionale. Possiamo affermare di avere appena chiuso un’importante accordo di partnership e di investimento con Francois Gabart che è il nuovo detentore del record del giro del mondo in navigazione solitaria in trimarano. Francois ha sposato il nostro progetto investendo nella nostra società e divenendo il padrino ufficiale di Click & Boat. Questa collaborazione è molto importante e rafforza sicuramente la nostra credibilità a livello di immagine e di identità del brand”.

A sinistra nella foto Edouard Gorioux, a destra Jeremy Bismuth










Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza possibile sul nostro sito.
Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy.Proseguendo con la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie