28
Feb

Schermata 2018-02-28 alle 22.24.48

Si è svolta presso Casa Cava, a Matera, la presentazione del nuovo logo della Fondazione Matera Basilicata 2019, risultato vincitore del bando indetto nel febbraio 2016.
Il professionista che ha ideato il logo è il designer grafico Ettore Concetti, di Gorizia.

A illustrare le procedure di selezione e le motivazioni della scelta del logo fra le 450 proposte progettuali  arrivate dall’Italia e dall’estero sono stati i membri della commissione di valutazione, Cinzia Ferrara, Presidente dell’Aiap (Associazione italiana design della comunicazione visiva), Mauro Bubbico, grafico e docente di grafica presso alcune Università Italiane nonchè membro dell’AGI (Alliance Graphique Internationale), e Paolo Verri, Direttore della Fondazione Matera Basilicata 2019.

Ha spiegato Concetti: “L’idea progettuale del logo per Matera2019 prende forma dal forte impatto visivo che porte e finestre conferiscono alla visione morfologica della città dei Sassi. Espressione dell’identità e della cultura del luogo, esse sono metafora dell’apertura della città e dei suoi abitanti al futuro ed allo stesso tempo della volontà di includere la cultura europea tutta, di esserne parte e custode. Porte e finestre quindi sono stati gli elementi geometrici cardine su cui si è posta l’attenzione e perciò in seguito evidenziati estraendoli dal contesto e andando a formare una trama visiva. In un secondo momento sono stati selezionati cinque rettangoli rappresentativi da associare ai cinque sotto-temi del tema richiesto, quest’ultimo di notevole contenuto ed importanza basato sul concetto di coproduzione culturale, di cittadinanza culturale, di apertura, di progresso e di co-creazione. I rettangoli scelti quindi sono stati associati ai sotto-temi futuro remoto, continuità e rotture, connessioni e riflessioni, radici e percorsi, utopie e distopie che a loro volto sono stati connessi a colori differenti. Gli argomenti e i corrispondenti rettangoli in seguito sono stati posizionati nello spazio applicando le regole della Sezione Aurea e di Fibonacci, che hanno permesso una progettazione con forme equilibrate e armoniche. Per completare la progettazione del logo infine gli elementi geometrici sono stati inseriti in una griglia in modo da poter utilizzare i nostri cinque corpi nonché sotto-temi sempre in modo proporzionato e bilanciato, pur essendo un logo pensato in modo dinamico e che quindi ha modo di esprimersi in diversi sistemi e con diverse applicazioni”.










Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza possibile sul nostro sito.
Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy.Proseguendo con la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie