16
May

Facebook rende noto di aver sospeso 200 applicazioni nell’ambito di un’indagine sulle app che hanno avuto accesso a un grande quantitativo di informazioni degli utenti prima che il social cambiasse le sue regole, nel 2014.

Facebook, riporta l’Ansa, spiega di aver indagato finora su “migliaia di app” e di averne sospese circa 200. Queste saranno ora sottoposte a “un’indagine approfondita per stabilire se abbiano effettivamente abusato dei dati”. In tal caso, “saranno bandite”. “Alle persone – conclude il post Facebook – sarà mostrato se loro, o i loro amici, hanno installato un’app che ha abusato dei dati prima del 2015, così come abbiamo fatto per Cambridge Analytica”.










Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza possibile sul nostro sito.
Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy.Proseguendo con la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie