26
May

‘Diamo alla gente quello che daremmo ai nostri figli’, così le parole di Pietro Barilla (1913-1993) che, con il riferimento alle future generazioni, si spingeva già oltre gli aspetti puramente alimentari.

Oggi ‘Buono per te, buono per il pianeta’ è il concetto con cui Barilla fa evolvere le parole del suo fondatore per far sì che la soddisfazione dell’individuo coincida con quella della collettività. Non solo una mission da raccontare ma anche una realtà da conoscere.

Ecco perché nel video, il primo con cui Barilla porta all’attenzione del pubblico le proprie scelte di sostenibilità, si è deciso di far incontrare emozionalità e razionalità. Incentrato sul tema il buono è buono soltanto quando lo è per tutti e per tutto, il video crea un parallelo tra le esigenze di salute e benessere di ciascun individuo e quelle, analoghe, del nostro pianeta.

60” realizzati da Cernuto Pizzigoni & Partners che avranno una pianificazione digitale/web, curata da OMD, sui canali social, i siti del Gruppo e Youtube. Firmato dagli stessi direttori creativi dell’agenzia, coadiuvati da due coppie creative interne con la supervisione di William Bain sul montaggio e sull’editing, il filmato è stato finalizzato in versione italiana e inglese. La parte audio è stata prodotta insieme a quiet, please! con il re-recording della ‘Scarborough Fair Ballad’ a cura di Ferdinando Arnò. La voce italiana è di Claudio Sorrentino, quella inglese di David Muldoon.

Il film viene annunciato in occasione dell’incontro stampa che si è tenuto oggi a Milano per presentare il Bilancio economico e il Rapporto di Sostenibilità del gruppo. 

In crescita il fatturato a 3.383 milioni di euro nel 2015 (+2% al netto dell’effetto cambio). L’Ebitda è stato pari a 440 milioni di euro (era di 427 milioni nel 2014).  L’indebitamento netto è sceso a euro 170 milioni di euro nel 2015 (erano 250 milioni nel 2014).

Nell’ambito della strategia ‘Buono per Te, Buono per il Pianeta’, gli ultimi 3 anni hanno visto una riduzione dei grassi in 73 prodotti e del sale in 15 prodotti, mentre i nuovi prodotti hanno meno zucchero e più fibra. 

Rispetto al 2010, c’è stata una riduzione del 23% delle emissioni di Co2 e una diminuzione del 19% del consumo di acqua per tonnellata di prodotto finito. Materie prime: nel 2015 il Gruppo Barilla ha acquistato da 1.300 aziende agricole virtuose 140.000 tonnellate di grano duro sostenibile (+50% rispetto al 2014).

Credit

Agenzia: Cernuto Pizzigoni & Partners
Direzione creativa: Aldo Cernuto, Roberto Pizzigoni Art director: Roberto Pace
Copywriter: Artur Caracciolo
Direzione cliente: Barbara Arioli
Account manager: Michela Recla
Responsabile audiovisi: William Bain
Colonna sonora: quiet, please!










Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza possibile sul nostro sito.
Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy.Proseguendo con la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie